L’idea del secolo : Paytouch addio carte di credito, fare acquisti usando le impronte digitali

Vi piacerebbe poter far acquisti senza portarvi dietro il portafoglio ?

Paytouch stravolge i metodi di pagamento classici in contanti o con carta di credito e bancomat, grazie ad una nuova tecnologia chiamata lettura biometrica delle impronte digitali, che associa le vostre impronte digitali alla vostra carta di credito.

acquisti impronte digitali, paytouch, tecnologia

Nessun rischio di farsi rubare la carta, nessun violazione della privacy e nessuna coda per effettuare i pagamenti, bastano solo 5 secondi.

Per usufruire di questo servizio, che è completamente gratuito e non vi fa pagare commissioni aggiuntive a quelle della carta associata, dovete trovare uno dei punti Paytouch ed iscrivervi come mostra il video.

 

Una volta arrivati trovere le informazioni neccessarie e delle motivazioni per usufruire del metodo Paytouch.

 Per prima cosa dovete creare il vostro account ed associarlo ad una carta di credito.

Uno dei vantaggi di Paytouch è che vi permette di poter effettuare pagamenti in 5 secondi senza avere la neccessità di uscire con il portafoglio, oltre al fatto che le impronte digitali sono uniche e di conseguenza non c’è rischio che vi rubino i dati.

L’idea è nata in Spagna dall’omonima azienda Paytouch che utilizza questo metodo di pagamento presso l’Ushuaïa Ibiza Beach Hotel di Ibiza.

I clienti hanno già mostrato molta soddisfazione per questo servizio che gli permette di fare acquisti senza uscire dalle camere con il portafogli.

Presto sarà utilizzato in tutta la Spagna e nel resto dell’Europa.

L’apparecchio utilizzato per il pagamento sembra un classico Pos nel quale c’è uno spazio per il riconoscimento delle impronte digitali, dove dovrete appoggiare il vostro indice destro e dito medio destro, o in alternativa il medio sinistro e l’anulare sinistro.

Una nuova forma di pagamento che fino ad ora non mostra alcuna pecca.

L’idea del secolo : Paytouch addio carte di credito, fare acquisti usando le impronte digitaliultima modifica: 2013-05-03T15:30:00+00:00da diavolodelmare
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento