ACAB – All Cops Are Bastards

Questo film diretto da Stefano Sollima, racconta la storia di questo gruppo di poliziotti del reparto celere, facendo vedere ai telespettatori il punto di vista di chi vive le manifestazione ed eventi pubblici dentro il casco di un poliziotto.

A.C.A.B. trama, A.C.A.B. critiche, A.C.A.B. streaming, A.C.A.B. trailer, tutti i poliziotti sono bastardi streaming,tutti i poliziotti sono bastardi video

Il film ha già creato molte polemiche, specie tra le persone che si trovano spesso in prima persona ad affrontare manganellate e violenze nelle manifestazioni da parte delle forze dell’ordine, accusando il film di essere troppo di parte..

SCENEGGIATURA: Daniele Cesarano, Barbara Petronio, Leonardo Valenti

ATTORI: Pierfrancesco Favino, Marco Giallini, Filippo Nigro, Domenico Diele, Andrea Sartoretti, Roberta Spagnuolo, Eugenio Mastrandrea, Eradis Josende Oberto

GENERE: Drammatico

DURATA: 112 Min

Lasciate un commento e dite la vostra…

A.C.A.B. (tutti i poliziotti sono bastardi) streaming trailer


Dove posso scaricare suonerie gratis per iPhone ?

Se questa è la domanda che vi ponete, su risposte online troverete la risposta !!!

suonerie iphone.jpg

Ci sono vari siti dove poter scaricare gratuitamente suonerie per il vostro iPhone, qui di seguito ve ne consiglio qualcuno in particolare :

http://www.free-ringtones.cc/

http://www.myxer.com/

http://www.free-ringtones.cc/

http://www.tonesall.com/

Festival di Sanremo 2012 Giovani testi e video delle canzoni in gara

La selezione dei giovani partecipanti al Festival di Sanremo 2012 è stata fatta a metà gennaio.

giovani sanremo 2012.jpg

Sono 8 i giovani artisti che si esibiranno sul palco dell’Ariston, 6 selezionati tramite Sanremo Social Day e due scelti da Area Sanremo.

Qui di seguito vi propongo i link dove poter leggere i testi delle canzoni e vedere i video ufficiali :

Festival di Sanremo 2012 – Io ho sempre voglia – Incredibile testo e video della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Bidiel- Sono un Errore – testo e video ufficiale della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Marco Guazzone – Guasto, testo e video della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Dana Angi – ‘Incognita poesia’ – testo e video della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Celeste Gaia – Carlo – Testo e video della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Alessandro Casillo – Vero – testo e video della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Giulia Anania – La mail che non ti ho scritto – testo e video ufficiale della canzone

 

Festival di Sanremo 2012 – Erica Mou – Nella vasca da bagno del tempo – testo e video ufficiale della canzone

Festival di Sanremo 2012 – Erica Mou – Nella vasca da bagno del tempo – testo e video ufficiale della canzone

Erica Mou – Nella vasca da bagno del tempo – Testo Canzone 

A mollo nella vasca da bagno del tempo

non uscirò prima di avere piedi a pieghe

A mollo nella vasca da bagno del tempo

Non uscirò prima di avere le dita grinze ma

 

Ho vissuto poco finora

E dicono che il meglio verrà da ora in poi

Ma ho già sbagliato tanto finora

Ed ho imparato tanto ma sbaglio ancora e poi

 

Voglio diventare vecchia coi ricordi tutti intatti

E senza i lobi a penzoloni ad insegnarmi che non è poi

sempre bello ostentare le ricchezze che hai

Lascio mettere agli altri gli orecchini pesanti

 

E dicono che il meglio verrà da ora in poi

E dicono che il meglio verrà da ora in poi

 

Voglio diventare vecchia coi ricordi tutti intatti

E con le rughe tatuate a ricordarmi quanto è stato bello

ridere con gli occhi e con le labbra

schiva chi si conforta con espressioni di gomma

 

Voglio diventare vecchia coi ricordi tutti intatti

e con le rughe tatuate a ricordarmi quanto è stato bello

ridere con gli occhi e con le labbra

schivo chi si conforta con espressioni di gomma

 

Voglio diventare vecchia, senza fretta

Voglio diventare vecchia, senza fretta

Voglio diventare vecchia, senza fretta e insieme a te.

Festival di Sanremo 2012 – Giulia Anania – La mail che non ti ho scritto – testo e video ufficiale della canzone

Giulia Anania – La mail che non ti ho scritto –  testo 

Come sei? Come stai? Sai mi mancano i tuoi guai

Hai gli stessi amici o li hai cambiati ormai

Vivi in quella casa che un giorno ci ha visti crescere

Fai esami nella vita o all’università

Vai ancora al cinema mercoledì

Mi senti respirare tra le immagini

E sei ancora quello che sei… Come stai nella vita in cui tu stai

E poi tu ci pensi mai cosa illumina questa nostra età

Il cielo ci graffia lo sguardo

Come vivi? Come mai poi non mi hai chiamata più?

Temi sia un’altra voce a rispondere per me

E’ come un cappio la cravatta il lunedì

Sfiorisci il cuore non c’è musica

E sei ancora quello che sei… Come stai nella vita in cui tu stai?

E sei ancora quello che sei… Come mai non puoi cancellarmi mai?

E poi tu ci pensi mai cosa illumina questa nostra età?

Eheheheheheheheheh

E poi se io ci penserei come illumina questa nostra età

Il cielo ci bacia così… se lo guardi con me.

Festival di Sanremo 2012 – Alessandro Casillo – Vero – testo e video della canzone

Alessandro Casillo – Vero – testo canzone

 

Perché

ho scritto una risposta per me, per te

vorrei

ma ho scelto di aspettare

vorrei qualcosa, vorrei

un giorno per star con te, per come sei

qualcosa di vero che proteggerei

che poi

non parlo mai abbastanza,

però ripeto, però

qualcosa di vero c’è ma non si sente

qualcosa che sembri tu nella mia mente

dentro il cuore che batte più forte

quando stai con me

quando il mondo mi sembra più bello

inizia ad essere

perché è vero, è vero che ci sei

se ci sei

perché è vero, è vero che ci sei

vorrei

e accorcio le distanze

potrei

non dirle mai che cerco qualcosa in più

da non pretendere

e sento qualcosa che non so nascondere

dentro il cuore che batte più forte

quando sto con te

quando il mondo mi sembra più bello

inizia ad essere

perché è vero, è vero che ci sei

perché è vero, è vero che ci sei

perché per te

ho scelto qualcosa in più da vivere

perché per noi

c’è sempre qualcosa che diventerei

dentro il cuore che batte più forte

quando sto con te

quando il mondo mi sembra più bello

inizia ad essere

perché è vero, è vero che ci sei

se ci sei

perché è vero, è vero che ci sei

Festival di Sanremo 2012 – Celeste Gaia – Carlo – Testo e video della canzone

Celeste Gaia – Carlo – Testo Canzone 

Di grigio c’era l’acqua sulla strada

E l’angolo di pane profumava

Quel rosso un po’ sbavato mi guardava

Cosa cercava?

L’anello io lo guardo mi sta stretto

Se capita lo lancio giù dal tetto

Mi stringo le parole tutte in bocca

La nostra storia

 

Non sono adatta al clima

Ho troppo freddo

Urla un po’ più di prima

Entro nell’ascensore

Farla a piedi si muore

Ma a un tratto mi parli e mi dici che vai al sesto piano

 

Carlo, Carlo, vorrei ti chiamassi Carlo

Ho sempre pensato che fosse un bel nome

Ma adesso io cambio opinione

Verdi, verdi, mi piacciono gli occhi verdi

Mi sanno di calma interiore e equilibrio

Li ho sempre associati all’amore

 

Io abito al secondo ma ci penso

Se scendo prima è chiaro che lo perdo

E fermo questa macchina infernale

Così non vale

Dal quarto poi cadiamo al primo piano

Ritrovo quel suo sguardo più vicino

E’ bello più di quanto mi aspettavo

E’ così strano

 

Non sono adatta al clima

In questo spazio

L’aria piano si avvicina

Mi baci nel pensiero

Pensa se fosse vero

Ma le porte si aprono e ricordo di essere in Francia

 

Carlo, Carlo, vorrei ti chiamassi Carlo

Ho sempre pensato che fosse un bel nome

Ma adesso io cambio opinione

Verdi, verdi, mi piacciono gli occhi verdi

Mi sanno di calma interiore e equilibrio

Li ho sempre associati all’amore

 

Carlo, Carlo, vorrei ti chiamassi Carlo

Ho sempre pensato che fosse un bel nome

Ma adesso io cambio opinione

Verdi, verdi, mi piacciono gli occhi verdi

Mi sanno di calma interiore e equilibrio

Li ho sempre associati all’amore

Festival di Sanremo 2012 – Dana Angi – ‘Incognita poesia’ – testo e video della canzone

 

Dana Angi – Incognita Poesia – Testo canzone 


Così fra fulmini

Tu vivi me

Così un giorno sei ma non con me

Così, così, così

Il mio bivio

Arrancato fra sassi di nuvola

Così, così così

Ci sei

Fra un credo ed un e si

Ci sei

E così mi riaggomitolo e attorciglio

E risplendo fra rami di pura magia

Di realtà e finzione

E così mi accarezzo e volo

E ricordo in quel gioco follia divina

Perché soldati i brividi mi attraversano tormentano senza spazio con una fine

Perché macchinari di emozioni mi attraversano sconvolgono senza spine senza fine

Senza fine

Senza fine

Così fra angeli trasudi di civiltà

E così fra alberi ardi di verità la tua

Così così così

Fra veli nasci spegni e fermenti da te

Così così così

Fra uomini bambino ghiaccio sei

E così vesto rivesto e spoglio in gocce di incognita poesia

E così mi abbandono stagiono fervoro negli sguardi nati da pieni e animali

Perché soldati i brividi mi attraversano tormentano senza spazio con una fine

Perché macchinari di emozioni mi attraversano sconvolgono senza spine senza fine

Senza fine

Senza fine

Ci resta che cantare

Rattattarattarata rattattaratataratata

Festival di Sanremo 2012 – Marco Guazzone – Guasto, testo e video della canzone

Marco Guazzone – Guasto – Testo Canzone 

In quanti pezzi dobbiamo dividerci

Prima di arrivare a non riconoscerci più

 

Sai che le cose si possono trasformare

Anche senza doverle rovinare

 

Ma non vuoi

Ma tu non puoi

 

E ti cerco e non ci sei

e ti guasti e non lo sai

 

Le cose migliori son proprio sotto agli occhi

ma tu non le vedi, ti sposti e non le tocchi

 

Se non mi tieni

Scivolo via

 

E ti cerco e non ci sei

e ti guasti e non lo sai

 

Se non mi tieni

Scivolo via

 

E ti cerco e non ci sei

e mi guasto e tu lo sai.

Festival di Sanremo 2012 – Bidiel- Sono un Errore – testo e video ufficiale della canzone

 

 

Bidiel – Sono un errore – testo canzone 

Mare lungo il quale io annegherò

Come cicatrici che mi coprono

pezzi della pelle

Vecchi libri noir

leggo per distruggere la mia vanità

Sono un errore

Sono un’ossessione cieca

Non concedetemi pietà

Faccio paura

Sono cibo per i cani

Non ricordatevi di me

Tremo quando passo davanti a un metrò

Gli altri mi disgustano

ed io cambierò strada

Non esistono più gli angoli

Ora fanno solo bruciare l’anima

Sono un errore

Sono un’ossessione cieca

Non concedetemi pietà

Faccio paura

Sono cibo per i cani

Non ricordatevi di me

Sono un errore

Sono un’ossessione cieca

Non concedetemi pietà

Faccio paura

Sono cibo per i cani

Non ricordatevi di me