Quanto vale Apple ? fatturato e utile netto dell’azienda più importante del mondo…

Negli ultimi 10 anni, Apple ha spodestato la Microsoft, dal trono di azienda più importante e rilevante nel campo tecnologico.

Apple ha infatti cambiato le abitudini di milioni di persone nel mondo, grazie ai suoi prodotti tecnologici, innovativi e all’avanguardia.

Basti pensare all’iPhone che ha trasformato un cellulare in un potente computer con cui poter fare qualsiasi cosa.

Il valore di questa azienda è incredibile e inimmagginabile, volete sapere quanto vale Apple ?

apple valore, apple guadagno

Circa un terzo del debito pubblico italiano, si avete capito bene il suo valore si aggira intorno ai 630 miliardi di dollari, circa 500 miliardi di euro, una cifra da capogiro.

Nel secondo trimestre dell’anno 2012 Apple ha fatturato circa 39 miliardi di dollari con un utile netto mensile di circa 4 miliardi di dollari.

Steve Jobs ha creato un vero impero e rimarrà nella storia dell’umanità come l’uomo che ha fatto fare un passo avanti all’umanità nel campo della tecnologia delle comunicazioni e dei pc..

Di cos’è fatta la luna ?

La Luna assomiglia alla Terra per quanto riguarda la composizione : anche essa possiede un nucleo di ferro relativamente piccolo, uno spesso mantello ed una sottile crosta.


Tuttavia la differenza sostanziale è che la materia lunare pesa circa il 60 % di quella terrestre ed il diametro lunare è pari circa ad un terzo di quello terrestre.

luna.jpg


La superficie lunare è ricoperta di rocce porose: del magma raffreddato fuoriuscito dal nucleo che originariamente era liquido.

La roccia lunare contiene spesso ossido di titanio ed ossido di ferro che le danno quel colore grigiastro che la caratterizza.


Pionieristico astronauta Neil Armstrong muore all’età di 82 anni

Neil Armstrong, il pilota collaudatore, ingegnere aerospaziale, professore universitario e l’astronauta americano, si è spento  all’età di 82 in Cincinnati, Ohio.

neil-armstrong-0.jpg


Egli sarà per sempre ricordato dai libri di storia come il primo uomo a mettere piede sulla Luna, il momento decisivo per una generazione e ispirazione per le generazioni che seguirono. La sua morte è dovuta a complicazioni derivanti da recenti procedure cardiovascolari eseguite per alleviare le arterie bloccate.

Neil Armstrong after landing an X-15 on Rogers Dry Lake at Edwards (Photo: NASA)

Nel 1958, è stato selezionato nel programma spaziale US Air Force, che stava cercando di battere l’Unione Sovietica nel mettere un uomo nello spazio. Il programma è stato annullato in quello stesso anno e sostituito con NASA Progetto Mercurio nel 1959.

Commander Neil Armstrong (right) and pilot David R. Scott prepare to board the Gemini-Tita...

Dopo la sua richiesta di far parte del secondo gruppo di astronauti della NASA, nel giugno 1962 si è unito al Corpo Astronauti della NASA, mentre nel settembre dello stesso anno come uno dei due piloti civili selezionati per il gruppo di nove.

Il 20 settembre 1965, Armstrong è stato annunciato come il pilota di comando per Gemini 8, lanciato il 16 marzo del 1966. Questa missione ha comportato per la prima volta l’aggancio tra due veicoli spaziali… In una riunione nel marzo del 1969, la NASA propone ad Armstrong il posto di comandante dell’ Apollo offrendogli la possibilità di essere il primo uomo a mettere piede sulla Luna. Alle 20:17:39 UTC il 20 luglio 1969, la LM ha messo piede sulla superficie della Luna.

Neil Armstrong on the lunar surface (Photo: NASA)

Poche ore dopo, alle 02:56 UTC del 21 luglio 1969, Armstrong scese la scaletta del LM e posò il piede sinistro verso il basso sulla superficie lunare.

Da qua la frase celebre di Armostrong : “Questo è un piccolo passo per l’uomo, ma un passo da gigante per l’umanità. “

A ticker tape parade down Broadway and Park Avenue welcomes the Apollo 11 crew after their...

La potenza racchiusa nell’ultimo Notebook di fascia medio-alta: Asus N53SM

Cara gente, oggi voglio parlarvi di un computer portatile (nonché il mio), che si distingue per le sue caratteristiche ed innovazioni molto recenti.

Comincio col dirvi che si tratta di un portatile con uno schermo Full HD a Led con le classiche misure di 15,6 in 16:9. Una cosa che già si distingue su questo schermo, è la fotocamera integrata con risoluzione HD! Per non parlare della risoluzione Full HD che vi premia sia nella visione di film in Blu-ray che in formato DvD full, sia anche nella grafica dei giochi recenti richiedenti sempre più risorse per la loro qualità, anche solo in fatto di grafica tralasciando il resto.

Asus N53SM.jpg


Questa macchina è equipaggiata con un processore Quadcore I7, un banco Ram di memoria da 8 giga, un disco fisso da 750 GB, un drive ottico che non solo legge ma che masterizza anche Blu-ray e dulcis in fundo una scheda grafica delle migliori in circolazione oggi: sua eccellenza Nvidia GeForce GT 630m con ben 2 giga dedicati di DDR3.

Ergonomicamente parlando questa macchina è più che al passo coi tempi rispetti ad altri, sia per forme di scocca sia per buone soluzioni di raffreddamento, che (credetemi) vi torneranno molto utili quando qualcuno di voi, come il sottoscritto con questo “pallino” tirerà il collo sia alla CPU che alla GPU; sappiamo bene che la gente come noi pur avendo una buona macchina tra le mani, non si accontenta mai (evviva l’overclocking!).

Personalmente l’ho testato con giochi di ultima generazione, e devo dire che non mi ha affatto deluso, a patto che e qui arriva la nota dolente questa macchina oltre ad essere equipaggiata di una super GeForce, lo è anche di una seconda (diciamo pure primaria anche se poi possiamo modificare le impostazioni) scheda video Intel HD.

Quest’ultima è nata per eseguire le operazioni di normale routine nonostante la sua potenza sprecata (inferiore comunque a quella di Nvidia). Il fatto è che se non s’imposta da un dato menù di Nvidia l’uso globale della sua scheda, automaticamente la farà da padrona la Intel, che chiamerà in causa il chip GeForce solo quando ne avrà bisogno (ovviamente anche in termini di calcolo). Se non fosse fatto questo manualmente lei agirebbe autonomamente rischiando però di avere prestazioni inferiori. Una seconda e anche ultima nota dolente è il fatto che non sia possibile scaricare i driver aggiornati direttamente dal sito Nvidia, ma bensì da quello dell’Asus.

Non ci sarebbero problemi, se non fosse che quest’ultima è veramente carente di aggiornamenti in tutti i sensi soprattutto per quanto riguarda i driver della scheda video.

Vi voglio raccontare un’aneddoto in merito a questo: dopo aver comprato questa meravigliosa macchina, non ci misi molto ad accorgermi che i driver Nvidia installati erano vecchi (2011) e di conseguenza la scheda grafica sfruttava le sue potenzialità in maniera molto ridotta. Mi misi così a girare su internet per capire se ero l’unico ad avere questo problema oppure no; con mia somma sorpresa mi resi conto che tutti i possessori di questo Asus erano nella mia stessa condizione. Provai ovviamente ad aggiornarli lo stesso dal sito di Nvidia ricevendo però picche: non mi era possibile pur avendo una GeForce aggiornarla. A questo punto innervosito dalla cosa, arrivai al punto d’iscrivermi al forum di Nvidia per far presente questa “stranezza”. La loro risposta? Nessuna. Feci la stessa allora alla Asus e riuscii a contattare addirittura un così detto HelpDesker raccontandogli la cosa. La sua risposta fu che quei driver vecchi da più di un anno erano stati ottimizzati per quella scheda del mio computer così potente. Capite bene che in quelle condizioni di potenza non se ne poteva certo parlare, almeno non come la intendo io.

Successe una cosa strana: dopo circa un paio d’ore dalla telefonata misteriosamente quegli stessi vecchi driver obsoleti vennero datati il 6/2012! Che combinazione, e che bella presa in giro, visto che i driver erano sempre gli stessi del 2011 assicuratomene dopo l’ennesimo scaricamento da Asus. Scrissi anche alla Asus una lamentela ma non ebbi mai avuto risposta.

Per farla in breve il mio pc montava i driver 285 del 2011, mentre Nvidia rilasciava i 304.4 del 2012. Se il computer lo avessi comprato nel 2011 non mi sarei mai lamentato, ma in questo caso si parla di presa in giro anche se non so esattamente il motivo. Nonostante tutto riuscii a “fregarli” come? Installandomi i driver Nvidia però in versione Beta. A oggi ho il pc aggiornato di scheda grafica ai 304.7.

Ora posso dire di avere una macchina portatile veramente potente .

Questo è stato l’unico problema riscontrato anche se non da poco, ma un altro lato positivo è il fatto che ci siano 4 giga di Ram (nascosti) su banco, ai quali la CPU o la GPU possono attingere ovviamente per migliorare.

Che dirvi ancora? Nel complesso sono molto soddisfatto, dopo aver aggirato il problema, anche se ho dovuto sborsare una cifra abbastanza alta: 990 euro. Li vale tutti ma questa cosa della scheda grafica ha inciso molto.

Concludiamo dicendovi che comunque rimane un’ottima macchina e ve la consiglio sia per giocare senza rinunciare a quasi niente in fatto di grafica, sia per programmare  per esempio con la Suite di Adobe. Ha un ottima capacità di multitasking ed è estremamente veloce. Ah! Dimenticavo è il primo portatile della nuova serie che supporta un ottimo audio molto particolare: forse avrete sentito parlare di Bang e Olufsen. Vi assicuro che la qualità è molto elevata e non mancherà di stupirvi; la scocca audio è stata completamente rivista per la diffusione dei flussi.

Vi lascio dicendovi ancora una volta che questo Asus N53SM vale oro quanto pesa. Parola di possessore di quest’ultimo.

 Ciao alla prossima.

Ricaricare il tuo Smartphone pedalando in bici ? leggi l’articolo

Avete uno smartphone ? Siete amanti della biciletta ? Bene leggete questo articolo..

ecoxpower.jpg


 

EcoXPower sfrutta il vecchio concetto della dinamo per ricaricare il vostro smartphone pedalando.

ecoxpower-3.jpg

 


E’ costituito da due componenti principali: uno è montato sul manubrio, che ospiterà l’iPhone, Android, Windows, smartphone Blackberry, dispositivi MP3 e la maggior parte dei modelli di GPS, mentre l’altro è la dinamo attaccata alla ruota anteriore della bicicletta che utilizza la frizione, per convertire l’energia cinetica in energia elettrica.

ecoxpower-2.jpg


I due componenti sono collegati tramite un cavo.

EcoxPower è universale è può essere montata in qualsiasi modello di bicicletta, in più Ecoxpower è fornito di un interruttore che vi permette di spegnere le luci mentre pedalate e di immagazzinare l’energia acquisita fornendovi un autonomia successiva anche da fermi per più di un ora..

Il prezzo di questo oggetto si aggira intorno ai 99 dollari e presto arriverà anche sul mercato europeo.

Urban Arrow, la bicicletta elettrica per la famiglia che sostituirà la seconda auto !

Urban Arrow è il nuovo prodotto olandese, che dopo aver spopolato nei Paesi Bassi, sta per arrivare in tutto il mercato Europeo.

Urban Arrow rende intelligenti e funzionali le biciclette, per chi vuole trasportare i propri figli o altri carichi.

urbanarrow.jpg


Questa bicicletta supportata da un motore elettrico, può raggiungere i 50 km orari senza carico ed i 40 km con un carico massimale di 110 kg.

Dopo aver vinto un premio al Salone Eurobike del 2010 gli esperti dicono è destinata a sostituire la seconda auto.

urbanarrow-6.jpg


Ha diversi componenti, che possono essere cambiati a seconda che si voglia trasportare i bambini o dei carichi, come ad esempio la spesa o altro..

La biciletta del futuro ha anche una cappotta per coprire i bambini in caso di pioggia.

urbanarrow-0.jpg


Il prezzo è di circa 2950 euro per la versione con il motore elettrico e di 1950 euro per quella senza motore, ideale per chi ama sudare 🙂

LG Optimus Vu in uscita in Italia ed Europa a Settembre

Il colosso LG ha annunciato l’uscita in Europa del suo nuovo Smartphone LG Optimus Vu in uscita in nel mercato americano ed europeo nel periodo di settembre.

LG optimus vu.jpg


Lg Optimus Vu integra NVIDIA Tegra 3 ed è equipaggiato con una versione aggiornata delle applicazioni QuickMemo e Notebook, tramite le quali possiamo prendere degli appunti virtuali e condividere il tutto via email o Facebook.

LG says that its not-quite-a-tablet-but-bigger-than-a-smartphone Optimus Vu has been well ...

Qui di seguito le note stampa : 

“Grazie ai quattro processori è possibile svolgere qualunque attività con alte prestazioni, dai giochi al multitasking: sincronizzare gli appuntamenti in agenda, visualizzare le e-mail come sul computer, navigare ed effettuare qualunque altra operazione con una rapidità straordinaria, anche sotto la luce diretta del sole.”

The extra display real estate offered by the 5-inch, 4:3 aspect touchscreen Optimus Vu

Il prezzo del nuovo LG Optimus Vu è di 499 euro.

Flo Rida : Whistle testo, traduzione e video della canzone

Flo Rida “Whistle” testo canzone

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Let me know

Girl I’m gonna show you how to do it

And we start real slow

You just put your lips together

And you come real close

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Here we go

 

I’m betting you like bebop

And i’m betting you love creep mode

And i’m betting you like girls that give love to girls

And stroke your little ego

I bet i’m guilty your honor

But that’s how we live in my genre

When I hell I pay rottweiler

There’s only one flo, and rida

I’m a damn shame

Order more champagne, pull it down hellstream

Tryna put it on ya

Bet your lips spin back around corner

Slow it down baby take a little longer

 

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Let me know

Girl I’m gonna show you how to do it

And we start real slow

You just put your lips together

And you come real close

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Here we go

 

Whistle baby, whistle baby,

Whistle baby, whistle baby

 

It’s like everywhere I go

My whistle ready to blow

Shorty don’t leave a note

She can get any by the low

Permission not approved

It’s okay, it’s under control

Show me soprano, cause girl you can handle

Baby we start snagging, you come in part clothes

Girl i’m losing wing, my bucatti the same road

Show me your perfect pitch,

You got it my banjo

Talented with your lips, like you blew out candles

So amusing, now you can make a whistle with the music

Hope you ain’t got no issue, you can do it

Give me the perfect picture, never lose it

 

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Let me know

Girl I’m gonna show you how to do it

And we start real slow

You just put your lips together

And you come real close

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Here we go

 

Whistle baby, whistle baby,

Whistle baby, whistle baby

 

Go girl you can work it

Let me see your whistle while you work it

I’mma lay it back, don’t stop it

Cause I love it how you drop it, drop it, drop it, on me

Now, shorty let that whistle blow

Yeah, baby let that whistle blow

 

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Let me know

Girl I’m gonna show you how to do it

And we start real slow

You just put your lips together

And you come real close

Can you blow my whistle baby, whistle baby

Here we go

 

Whistle baby, whistle baby,

Whistle baby, whistle baby

 

Flo Rida Whistle traduzione canzone 

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Fammi sapere

Ragazza ti mostro come si fa

E iniziamo lentamente

Unisci solo le labbra

E ti avvicini

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Ecco

 

Scommetto che ti piace il bebop

Scommetto che ti piacciono i complimenti

E scommettono che ti piacciono le ragazze che danno amore ad altre ragazze

Accarezzi il tuo ego

E’ questo il modo in cui vivo

Ho pagato un rottweiler

Qui c’è solo il flo e il rida

E’ una vergogna dannata

Ordina più champagne

Scommetto che le tua labbra stanno girando lungo l’angolo

Rallenta baby, fallo durare un po’ di più

 

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Fammi sapere

Ragazza ti mostro come si fa

E iniziamo lentamente

Unisci solo le labbra

E ti avvicini

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Ecco

Fischia baby (x 4)

 

E’ come se ovunque andassi

Il mio fischietto fosse pronto a fischiare

Non lasciare un biglietto

Il permesso non è concesso

E’ ok, è tutto sotto controllo

Mostrami un soprano, ce la puoi fare ragazza

Baby abbiamo iniziato a intrecciarci, sei entrata mezza svestita

Mostrami il colpo perfetto

Hai il mio banjo

Hai talento con le labbra, come spegni le candele

E’ così divertente, ora puoi fischiare sulla musica

Spero tu non abbia qualche problema, puoi farcela

Dammi l’immagine perfetta, non perderla

 

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Fammi sapere

Ragazza ti mostro come si fa

E iniziamo lentamente

Unisci solo le labbra

E ti avvicini

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Ecco

Fischia baby (x 4)

 

Vai ragazza, puoi farcela

Fammi vedere mentre fischi

Mi sdraierò, non finire

Mi piace quando ti abbassi, abbassi, abbassi su di me

Ora, baby, lascia fischiare il fishietto (x 2)

 

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Fammi sapere

Ragazza ti mostro come si fa

E iniziamo lentamente

Unisci solo le labbra

E ti avvicini

Puoi soffiare nel mio fischietto baby, fischietto baby

Ecco

Fischia baby (x 4)

Windows 8 RTM per tutti

Buon giorno Gente!!

Oggi volevo accennarvi sulla uscita beta (in prova per 90 giorni) della versione RTM di Windows 8 versione finale Windows 6.2. Da alcune ore si mostra al pubblico!

Come da programma, da alcune ore gli iscritti ai programma per sviluppatori e professionisti di Microsoft (MSDN e TechNet) possono scaricare la propria copia di Windows 8 in versione Pro. Per tutti gli altri ansiosi di provare il nuovo OS di Redmond (con l’avvertenza che si tratta ancora di una versione non pienamente supportata dai software di terze parti), è anche disponibile una versione trial (32 e 64bit, anche in italiano) da 90 giorni che è in tutto e per tutto identica alla RTM rilasciata a inizio mese e a quella che arriverà sugli scaffali dal 26 ottobre.

Windows 8  RTM download, Windows 8  RTM beta, tecnologia, pc, internet


A differenza della Release Preview di giugno, la nuova build 9200 incorpora tutti i cambiamenti promessi e presentati in questi mesi da Microsoft: sparito per sempre Aero, l’interfaccia desktop è ora quasi completamente bidimensionale e più in linea con il nuovo stile Metro della nuova release del sistema operativo. Dalla circolazione sono sparite anche le varie scritte “preview” che occupavano lo schermo al lancio delle applicazioni predefinite (ad esempio Mail per la posta elettronica e quella per il meteo), mentre è stata cambiata leggermente la grafica di alcune icone (come quella dello Store): nel complesso, comunque, le differenze tra la Release Preview e la versione finale si contano sulla punta delle dita.

Tra i cambiamenti più drastici c’è il numero di personalizzazioni possibili per la grafica della pagina Start in modalità Metro: Microsoft ora ha allargato notevolmente il numero di personalizzazioni possibili, fattore senz’altro interessante per una certa fascia di pubblico ma che poco incide sulle qualità complessive di Windows 8. Più interessante l’inserimento di un video di “introduzione” alla nuova interfaccia che fa capolino durante le fasi finali dell’installazione: a seconda del tipo di hardware rilevato suggerirà di puntare il mouse negli angoli dello schermo o di usare le dita per iniziare a familiarizzare a un desktop senza pulsante Start. Più in generale, l’intero processo di installazione è stato ulteriormente affinato: con un paio di riavvii e tempi di installazione inferiori a quelli di Vista e Seven si arriva facilmente alla configurazione delle impostazioni fondamentali (account utente, rete locale ecc). Un PC usato in redazione per un test, un vecchio Pentium 4, ha impiegato 20 minuti per completare l’intera procedura.

 Nel complesso le prestazioni sono analoghe a quelle già viste dalla prima preview dello scorso settembre: Windows 8 lavora adeguatamente su PC dell’era Vista, per non parlare di quelli di epoca Seven, e pertanto potrà essere utilizzato per aggiornare un vasto parco di macchine. Lo stesso dicasi per le applicazioni: quelle costruite per il “vecchio” Windows potranno tranquillamente continuare a funzionare all’interno del Desktop. Nello Store fanno capolino alcune schede relative proprio a questo tipo di prodotto (ci sono anche le prime app a pagamento), e non ci dovrebbero essere particolari incompatibilità tra quello che funziona su Seven e quanto funzionerà su Windows 8.
Se molte delle differenze tra la Release Preview e la build 9200 sono sotto il cofano, una novità che salta subito all’occhio è lo sbarco di Bing sulla schermata Metro Start: si tratta di un app piuttosto essenziale, che consente di avviare una ricerca sul motore di Redmond inserendo il testo nella casella dedicata, e che presenta i risultati in forma tabellare. Un clic su uno di questi non fa altro che lanciare il browser di default (se disponibile la modalità Metro, come nel caso dell’ultimo Chrome o di Internet Explorer, partirà quella) per visualizzare i contenuti.

Non ci sono altri cambiamenti drastici apportati. Il vero dubbio che attanaglia gli sviluppatori, cioè coloro i quali dovrebbero essere interessati a questo rilascio, è come si comporteranno le applicazioni WinRT (le nuove API di Windows 8) sui prodotti Windows RT (quelli basati su chip ARM): non è ancora chiaro quali deroghe alla stretta osservanza del nuovo credo RT saranno concesse, visto che come sottolinea ZDNet alcune concessioni Microsoft ha dovuto farle a sè stessa per realizzare una versione RT di Office 2013. Con l’uscita di Surface e dei suoi cugini in contemporanea al nuovo OS, a ottobre, sarebbe utile per chi punta a quella data per rilasciare il proprio software avere maggiori informazioni in merito. Informazioni che però probabilmente Microsoft distribuirà solo durante Build, la conferenza in programma a Redmond dal 30 ottobre e che si concentrerà proprio sullo sviluppo e sulle doti di Windows 8

Rilevatori di squali che mandano un segnale sugli smartphone e tablet..

In California son state progettate queste boe tecnologiche in gradi di rilevare la presenza di squali grazie alla nuova tecnologia wi-fi.

Un team di ricercatori della Stanford University guidati dal Prof. Barbara Block ha progettato una flotta di boe tecnologiche per trasformare le acque a largo della costa di San Francisco in un enorme rete Wi-Fi per tracciare i movimenti degli squali e degli altri pesci.

wave-rider-shark-10.jpg

Questo permetterà agli scienziati di comprendere meglio i movimenti degli essere viventi nel mare, ma il progetto prevede anche una applicazione gratuita per i tablet e gli smartphone, che permetterà alle persone di conoscere i movimenti degli squali bianchi nel nord California.

 

wave-rider-shark.jpg

La rete si comporta come un enorme sistema Wi-Fi e si basa su tag acustici di lunga durata. Quando un pesce etichettato passa a 1.000 piedi (304,8 m) da un ricevitore di dati. Il segnale acustico viene registrato e caricato con un timestamp identificando e trasmettendo la posizione GPS ad una stazione di terra. Le boe che costituiscono la parte statica della rete sono posti dove squali bianchi hanno più probabilità di essere avvistati.