Rilevatori di squali che mandano un segnale sugli smartphone e tablet..

In California son state progettate queste boe tecnologiche in gradi di rilevare la presenza di squali grazie alla nuova tecnologia wi-fi.

Un team di ricercatori della Stanford University guidati dal Prof. Barbara Block ha progettato una flotta di boe tecnologiche per trasformare le acque a largo della costa di San Francisco in un enorme rete Wi-Fi per tracciare i movimenti degli squali e degli altri pesci.

wave-rider-shark-10.jpg

Questo permetterà agli scienziati di comprendere meglio i movimenti degli essere viventi nel mare, ma il progetto prevede anche una applicazione gratuita per i tablet e gli smartphone, che permetterà alle persone di conoscere i movimenti degli squali bianchi nel nord California.

 

wave-rider-shark.jpg

La rete si comporta come un enorme sistema Wi-Fi e si basa su tag acustici di lunga durata. Quando un pesce etichettato passa a 1.000 piedi (304,8 m) da un ricevitore di dati. Il segnale acustico viene registrato e caricato con un timestamp identificando e trasmettendo la posizione GPS ad una stazione di terra. Le boe che costituiscono la parte statica della rete sono posti dove squali bianchi hanno più probabilità di essere avvistati.

Rilevatori di squali che mandano un segnale sugli smartphone e tablet..ultima modifica: 2012-08-21T09:05:00+02:00da diavolodelmare
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento