La moto del futuro potranno spostarsi avanti, indietro e lateralmente

L’era delle moto con i classici pneumatici sta per finire ?

Per rispondere a questa domanda basta guardare l’immagine qua sotto, una moto che può muoversi in tutte le direzioni.

 

moto multidirezionali,tecnologia motori,tecnologia moto,moto futuro


 Tutto questo è possibile grazie ad una nuova tecnologia che vede delle sfere, prendere il posto dei pneumatici classici che son stati utilizzati negli ultimi due secoli.

 

moto multidirezionali,tecnologia motori,tecnologia moto,moto futuro


Questo progetto iniziato un anno fa quando un gruppo di studenti della W Charles Davidson College of Engineering alla San Jose State University, hanno iniziato a lavorare sul sistema ambizioso disco sferico (SDS) per moto elettrica. Grazie ai giroscopi, accelerometri e meccanismi di controllo sofisticati, le sfere rimangono in posizione verticale su un veicolo a due ruote.

 

La honda sembra interessata a questa nuova tecnologia sulla quale sta investendo tempo e denaro.

Per saperne di più visitate questo sito del progetto, clicca qua 

Ecco un filmato che ci mostra come queste sfere siano in grado di rimanere in equilibrio trasportando dei pesi.

Specchietto laterale per auto che elimina i punti ciechi e triplica il raggio di visuale

Uno specchietto laterale ha circa un raggio di 15/17 gradi e questo porta dei grandi limiti in una manovra.

Esistono già esempi di specchietti laterali che aumentano il raggio di visibilità, ma tendono tutti a distorcere le immagini.

absm.jpg

il dottor Andrew Hicks, un professore di matematica alla Drexel University di Philadelphia, ha creato uno specchio laterale che elimina il punto cieco, pur determinando praticamente alcuna distorsione.

Questo specchietto è costituito da un pezzo continuo di vetro, con una sottile e non uniforme curva. Questo è il risultato di decine di migliaia di calcoli e ci viene spiegato dal suo creatore in questo maniera :

“Immaginiamo che la superficie dello specchio è fatto di molti specchi minori rivolti ad angoli differenti, come una palla da discoteca “.

“L’algoritmo è un insieme di calcoli per manipolare la direzione di ogni faccia della palla da discoteca in modo che ogni raggio di luce che rimbalza nello specchio mostra al guidatore, un ampia ma non distorta, scena dietro di lui. “

Questo specchio, come potete vedere dall’immagini offre un raggio di visibilità di 45 gradi, contro i 17 standard.

absm-1.jpg

Lit Motors C1 lo scooter che non cade mai

Il mondo degli scooter sta per essere stravolto da questo eccezionale prototipo Lit Motors C1, a breve sul mercato delle due ruote.

Dall’immagine capite già di che cosa si tratta, uno scooter bilanciato con una cabina di guida, che ci protegge dal maltempo e dagli urti negli incidenti.

Lit_Motors_C1_02.jpg

Lit_Motors_C1_03.jpg

La particolarità di questo scooter è il suo eterno bilanciamento, infatti se avviene un incidente, dopo l”urto questo non perde l’equilibrio e rimane in piedi, come se fosse un automobile.

Lit motors C1 è uno scooter elettrico con un autonomia che varia a seconda della batteria, in media è di circa 250 km per ogni ricarica.

Per quanto riguarda le performance si parla di 0-100 Km/h in circa 6.8 secondi ed una velocità massima di circa 180 km orari.

c-1-11.jpg

Il veicolo inoltre utilizza vari protocolli di connettività per restare in contatto con Internet.

In questo maniera il conducente potrà sapere in tempo reale notizie sul traffico e le condizioni meteorologiche avverse, fino ad avere suggerimenti per percorsi alternativi.

Il prezzo de lit Motors C1 dovrebbe sarà di circa 16000 dollari, circa 12000 euro

Come sono segnalati gli autovelox ?

Prima di tutto bisogna far chiarezza su una cosa, le postazioni mobili dei limiti di velocità come i telelaser non hanno l’obbligo di segnalazione, l’obbligo di segnalazione riguarda soltanto quelli fissi.

autovelox-tutor.jpg

Gli autovelox e le postazioni fisse possono essere segnalate nei seguenti modi :

a) con segnali stradali di indicazione, temporanei o permanenti.

b) con segnali stradali luminosi a messaggio variabile.

c) con dispositivi di segnalazione luminosi installati su veicoli.

I segnali stradali di indicazione di cui alla lettera a), devono essere realizzati con un pannello rettangolare, di dimensioni e colore di fondo propri del tipo di strada sul quale saranno installati. Sul pannello deve essere riportata l’iscrizione “controllo elettronico della velocità” ovvero “rilevamento elettronico della velocità”, eventualmente integrata con il simbolo o la denominazione dell’organo di polizia stradale che attua il controllo. I segnali stradali e i dispositivi di segnalazione luminosi devono essere installati con adeguato anticipo rispetto al luogo ove viene effettuato il rilevamento della velocità, e in modo da garantirne il tempestivo avvistamento, in relazione alla velocità locale predominante.

Akira, la moto del famoso film anime diventa realtà

Nel 1988 esce uno dei capolavori dell’animazione giapponese, il film Akira.

Questo film ha riscosso successo in tutto il mondo ed i fans sono tantissimi e talmente ossessionati da fare di tutto.

Uno in particolare, ha dedicato molto anni della sua vita per ricreare la famosa e futuristica moto del film.

akira-replica-motorcycle.jpg

La moto è stata riconosciuta dal creatore di Akira Katsuhiro Otomo, che ha ritenuto questo modello come unica e ufficiale replica riconosciuta.

Il creatore di questa replica Tejima, ha impiegato ben 7 anni per costruirla e ha investito quasi 121.000 dollari per ricrearla in ogni suo particolare.

Qui di seguto il video di questa meravigliosa moto di Akira.

 

 

 

Ecco la prima auto volante

E’ da tempo che l’uomo sogna di avere un auto volante e finalmente questo sogno è diventato realtà.

auto volante.jpg

Poco tempo fa la Pal V, un modello di auto volante progettata dalla compagnia olandese Pal-V Europe NV, ha effettuato con successo il suo primo volo.

Dopo 7 anni di studi tecnici, sono stati fatti dei test di volo all’aeroporto di Gilze Rijen e tutti sono andati a buon fine.

La Pal V, è un veicolo a tre ruote che si trasforma in elicottero in soli 10 minuti.

Per decollare questo veicolo ha bisogno di una pista asfaltata o di erba, di almeno 160 metri.

Con un autonomia a terra di 1200 km, in volo può percorrere dai 350 ai 500 km, ad un altezza massima da terra di 1200 metri.

Alimentata da un motore a benzina da 160KW, raggiunge la velocitàda 0 a 100km in 8 secondi e in futuro si stanno studiano modelli a biodiesel o bio-etanolo.

Inutile dire che per pilotarla ci vuole il brevetto da pilota.

Dove costa meno fare benzina in Italia ?

In Italia ci son vari distributori di benzina ed ognuno fa un prezzo diverso.

Gli italiani incominciano a guardare con attenzione il prezzo di tutto, inclusa la benzina che incide fortemente sulle spese mensili.

benzina.jpg

Il distributore col prezzo più basso in Italia è Iperstation con € 1.756 al litro, mentre il più caro è la Totalerg con un prezzo di €1.893 al litro.

La benzina ha raggiunto prezzi altissimi negli ultimi anni ma se si cerca con cura si può risparmiare un bel po’.

Per conoscere eventuali sconti, e notizie e suggerimenti su dove far benzina vi consiglio il seguente sito http://www.prezzibenzina.it/

 

 

Non avete abbastanza spazio nel vostro bagagliaio ? Ecco lo zaino per auto

Rightline Cargo Saddlebag, non è altro che un grosso zaino che può essere posizionato nel retro dell’automobile.

A parte il vantaggio di ottenere più spazio, a differenza del portapacchi, questo zaino non procura alcuna resistenza con l’aria, quindi può far risparmiare un po’ di benzina.

 

accessori auto, motori, zaino auto, portabagagli


Questo zaino può contenere un volume di 396 litri per un peso di 45,5 kg.

Si fissa con due cinghie al portapacchi e due al gancio del da traino e paraurti.

E’ stato progettato per auto grosse ed il materiale utilizzato ha una fodera in pvc resistente ed impermeabile.

Il prezzo di questo super zaino per automobili è di circa 100 euro.


Ferrari 620 GT da 0 a 100 in 3,1 secondi, la ferrari più veloce della storia di Maranello

A quanto pare l’attesa per l’erede della Ferrari 599 GTB Fiorano, sta per volgere al termine e finalmente scopriremo la sua linea…

ferrari 620 gt.jpg

La Ferrari 620 GT sarà presentata ufficialmente il prossimo 29 febbraio e sarà la protagonista, in tutto il suo splendore, del Salone di Ginevra in programma dall’8 al 18 marzo.

La linea della nuova Ferrari, seguirà il filone inaugurato dalla Ferrari 458 Italia e dalla FF, caratterizzate da un profilo morbido e fluido scolpito dal vento da cui spuntano prese d’aria degne di un’opera d’arte. Ripreso dalla FF anche il cuore di questo nuovo bolide di Maranello, ovvero un motore 6,3 litri V12 benzina in una nuova declinazione da 740 cavalli che, unito al peso di soli 1525 kg, promette prestazioni da capogiro. Le indiscrezioni parlano di una velocità massima di 340 km e di un passaggio da 0-100 in appena 3,1 secondi.

Cosa fare per immatricolare un auto comprata all’estero nella comunità europea?

Per immatricolare un auto comprata all’estero e quindi trasferirla in Italia, occorrono dei documenti e seguire certe normative europee.

Per prima cosa bisogna presentare un documento che comprende l’attestazione dei versamenti, il certificato di conformità attestante la rispondenza dell’auto alle direttive comunitarie EURO3 e la ricevuta di versamento del F24 comprovante il pagamento dell’IVA.

auto estero,immatricolazione,macchina,motori

La domanda da compilare è distribuita gratuitamente presso gli uffici MCTC e si compone del modello TT 2119.

Fatto questo bisogna registrarsi alla P.R.A.

Si ricorda che per le automobili provenienti dall’UE non occorre un collaudo tecnico, ma è diventata obbligatoria l’omologazione UE, che è valida in tutti gli Stati membri.