Quali province spariranno dopo la manovra di Tremonti ?

Oggi sono state annunciate le province che saranno eliminate dopo la manovra di Tremonti.

A quanto pare sono 37 in tutto, circa un terzo di tutte le province italiane.

I parametri per l’eliminazione tengono conto del numero di abitanti ( meno di 300 mila abitanti ) e della superficie della provincia (meno di 300 km ).

Ecco qui di seguito le province abolite dalla manovra finanziaria agosto 2011.

Ascoli Piceno: 214.068 (Pdl)
Asti: 221.687 (Pdl)
Belluno: 213.474 (Lega)
Benevento: 287.874 (Pd)
Biella: 185.768 (Lega)
Caltanissetta: 271.729 (Mpa)
Campobasso: 231.086 (Pdl)
Carbonia-Iglesias: 129.840 (Pd)
Crotone: 174.605 (Pdl)
Enna:172.485 (Pdl)
Fermo:177.914 (Sel)
Gorizia:142.407 (Pd)
Grosseto:228.157 (Pd)
Imperia:222.648 (Pdl)
Isernia:88.694 (Pdl)
La Spezia:223.516 (Pd)
Lodi:227.655 (Lega)
Massa Carrara: 203.901 (Pd)
Matera:203.726 (Pd)
Medio Campidano:102.409 (Pd)
Nuoro:160.677 (Pd)
Ogliastra:57.965 (Pd)
Olbia Tempio: 157.859 (Pdl)
Oristano: 166.244 (Pdl)
Piacenza: 289.875 (PD)
Pistoia: 293.061 (Pd)
Prato: 249.775 (Pd)
Rieti: 160.467 (Pd)
Rovigo: 247.884 (Pd)
Savona: 287.906 (Pdl)
Siena: 272.638 (Pd)
Sondrio: 183.169 (Lega)
Terni: 234.665 (Pd)
Trieste: 236.556 (Pd)
Verbano-Cusio-Ossola: 163.247 (Pdl)
Vercelli: 179.562 (Pdl)
Vibo Valentia: 166.560 (Pd)

Un pensionato su due prende meno di 500 euro, ma quanto è la pensione media italiana?

Secondo l’ultimo rapporto annuale pubblicato dell’Inps, i dati riferiti all’ammontare delle pensioni medie italiane sono piuttosto preoccupanti..

Ciò che colpisce sono principalmente gli importi delle pensioni:

il 51% è inferiore a 500 euro al mese, il 79% non raggiunge i mille euro.

Solo il 10% degli italiani percepisce una pensione superiore ai 1500 euro.

Il 63% delle pensioni delle donne si colloca nella prima fascia ( inferirore ai 500 euro) contro il 36% degli uomini , una percentuale comunque elevata.