Casetop Livi Design : Come trasformare uno smartphone in un pc portatile!

Ogni giorno su Kickstarter, uno dei siti web di crow funding più famosi nel mondo, vengono inseriti brevetti molto interessanti, che spesso trasformano idee di giovani ingegnosi, in realtà concrete.

La mia attenzione è caduta su Casetop di Livi Design, un progetto che vede la possibilità di poter trasformare il vostro smartphone in un vero notebook.

casetop-9.jpg

Casetop di Livi Design è l’involucro di un notebook, che utilizza il vostro smartphone come hardware. 

L’idea del Casetop è venuta al giovane John Andrus che nel 2010 ha fondato la Live Design.

Attualmente Casetop è compatibile con iPhone, Black Berry e molti smartphone Android, esclusi i telefonini Windows a causa della mancanza di video out.

Casetop include un monitor da 11 polici che supporta la riproduzione video 720p, oltre ad una tastiera  che collega lo smartphone alla tastiera tramite Bluetooth, tenuta in posizione sul davanti da un supporto scorrevole chiamato frontbar.

Casetop ha una batteria di 56Wh con un autonomia di 30 ore, che mentre è in uso ricarica anche la batteria del vostro smartphone.

Il CASETOP da Livi Design è un pannello netbook-come LCD, tastiera e batteria che combina l ...

La potenza racchiusa nell’ultimo Notebook di fascia medio-alta: Asus N53SM

Cara gente, oggi voglio parlarvi di un computer portatile (nonché il mio), che si distingue per le sue caratteristiche ed innovazioni molto recenti.

Comincio col dirvi che si tratta di un portatile con uno schermo Full HD a Led con le classiche misure di 15,6 in 16:9. Una cosa che già si distingue su questo schermo, è la fotocamera integrata con risoluzione HD! Per non parlare della risoluzione Full HD che vi premia sia nella visione di film in Blu-ray che in formato DvD full, sia anche nella grafica dei giochi recenti richiedenti sempre più risorse per la loro qualità, anche solo in fatto di grafica tralasciando il resto.

Asus N53SM.jpg


Questa macchina è equipaggiata con un processore Quadcore I7, un banco Ram di memoria da 8 giga, un disco fisso da 750 GB, un drive ottico che non solo legge ma che masterizza anche Blu-ray e dulcis in fundo una scheda grafica delle migliori in circolazione oggi: sua eccellenza Nvidia GeForce GT 630m con ben 2 giga dedicati di DDR3.

Ergonomicamente parlando questa macchina è più che al passo coi tempi rispetti ad altri, sia per forme di scocca sia per buone soluzioni di raffreddamento, che (credetemi) vi torneranno molto utili quando qualcuno di voi, come il sottoscritto con questo “pallino” tirerà il collo sia alla CPU che alla GPU; sappiamo bene che la gente come noi pur avendo una buona macchina tra le mani, non si accontenta mai (evviva l’overclocking!).

Personalmente l’ho testato con giochi di ultima generazione, e devo dire che non mi ha affatto deluso, a patto che e qui arriva la nota dolente questa macchina oltre ad essere equipaggiata di una super GeForce, lo è anche di una seconda (diciamo pure primaria anche se poi possiamo modificare le impostazioni) scheda video Intel HD.

Quest’ultima è nata per eseguire le operazioni di normale routine nonostante la sua potenza sprecata (inferiore comunque a quella di Nvidia). Il fatto è che se non s’imposta da un dato menù di Nvidia l’uso globale della sua scheda, automaticamente la farà da padrona la Intel, che chiamerà in causa il chip GeForce solo quando ne avrà bisogno (ovviamente anche in termini di calcolo). Se non fosse fatto questo manualmente lei agirebbe autonomamente rischiando però di avere prestazioni inferiori. Una seconda e anche ultima nota dolente è il fatto che non sia possibile scaricare i driver aggiornati direttamente dal sito Nvidia, ma bensì da quello dell’Asus.

Non ci sarebbero problemi, se non fosse che quest’ultima è veramente carente di aggiornamenti in tutti i sensi soprattutto per quanto riguarda i driver della scheda video.

Vi voglio raccontare un’aneddoto in merito a questo: dopo aver comprato questa meravigliosa macchina, non ci misi molto ad accorgermi che i driver Nvidia installati erano vecchi (2011) e di conseguenza la scheda grafica sfruttava le sue potenzialità in maniera molto ridotta. Mi misi così a girare su internet per capire se ero l’unico ad avere questo problema oppure no; con mia somma sorpresa mi resi conto che tutti i possessori di questo Asus erano nella mia stessa condizione. Provai ovviamente ad aggiornarli lo stesso dal sito di Nvidia ricevendo però picche: non mi era possibile pur avendo una GeForce aggiornarla. A questo punto innervosito dalla cosa, arrivai al punto d’iscrivermi al forum di Nvidia per far presente questa “stranezza”. La loro risposta? Nessuna. Feci la stessa allora alla Asus e riuscii a contattare addirittura un così detto HelpDesker raccontandogli la cosa. La sua risposta fu che quei driver vecchi da più di un anno erano stati ottimizzati per quella scheda del mio computer così potente. Capite bene che in quelle condizioni di potenza non se ne poteva certo parlare, almeno non come la intendo io.

Successe una cosa strana: dopo circa un paio d’ore dalla telefonata misteriosamente quegli stessi vecchi driver obsoleti vennero datati il 6/2012! Che combinazione, e che bella presa in giro, visto che i driver erano sempre gli stessi del 2011 assicuratomene dopo l’ennesimo scaricamento da Asus. Scrissi anche alla Asus una lamentela ma non ebbi mai avuto risposta.

Per farla in breve il mio pc montava i driver 285 del 2011, mentre Nvidia rilasciava i 304.4 del 2012. Se il computer lo avessi comprato nel 2011 non mi sarei mai lamentato, ma in questo caso si parla di presa in giro anche se non so esattamente il motivo. Nonostante tutto riuscii a “fregarli” come? Installandomi i driver Nvidia però in versione Beta. A oggi ho il pc aggiornato di scheda grafica ai 304.7.

Ora posso dire di avere una macchina portatile veramente potente .

Questo è stato l’unico problema riscontrato anche se non da poco, ma un altro lato positivo è il fatto che ci siano 4 giga di Ram (nascosti) su banco, ai quali la CPU o la GPU possono attingere ovviamente per migliorare.

Che dirvi ancora? Nel complesso sono molto soddisfatto, dopo aver aggirato il problema, anche se ho dovuto sborsare una cifra abbastanza alta: 990 euro. Li vale tutti ma questa cosa della scheda grafica ha inciso molto.

Concludiamo dicendovi che comunque rimane un’ottima macchina e ve la consiglio sia per giocare senza rinunciare a quasi niente in fatto di grafica, sia per programmare  per esempio con la Suite di Adobe. Ha un ottima capacità di multitasking ed è estremamente veloce. Ah! Dimenticavo è il primo portatile della nuova serie che supporta un ottimo audio molto particolare: forse avrete sentito parlare di Bang e Olufsen. Vi assicuro che la qualità è molto elevata e non mancherà di stupirvi; la scocca audio è stata completamente rivista per la diffusione dei flussi.

Vi lascio dicendovi ancora una volta che questo Asus N53SM vale oro quanto pesa. Parola di possessore di quest’ultimo.

 Ciao alla prossima.