Come nascono gli uragani tropicali ?

In America si chiamano uragani, in Australia Willy willy, in Giappone sono noti come i tifoni ed in India li chiamano cicloni.

Gli uragani si formano sempre sopra il mare. Perchè questo avvenga, l’acqua deve avere una temperatura di almeno 27 °C. Ecco perchè questi vortici si formano solo nei tropici, in tutte le altre zone del pianeta, infatti, i mari sono decisamente più freddi. Gli uragani si sviluppano più spesso sul finire dell’estate, quando l’acqua del mare si è surriscaldata adeguatamente; nell’emisfero nord quindi tra agosto e ottobre, nell’emisfero sud tra gennaio e marzo.

Attraverso l’irradiazione solare molta acqua evapora sopra l’oceano. Poichè l’aria calda e umida è più leggera di quella fredda, sale : il risultato sono chilometri di nuvole. Sopra al mare manca a questoi punto l’aria che si è spostata verso l’alto.

Per questo si forma una bassa pressione atmosferica che origina un vortice. Dai lati scorre nuova aria che fornisce energia all’uragano che si sta formando. A questo punto entra in gioco la forza di Coriolis : le correnti d’aria iniziano a girare vorticosamente, in senso orario nell’emisfero sud, all’inverso nell’emisfero nord.

uragano tropicale.jpg

Al centro della spirale si forma l’occhio, nel quale c’è quasi assenza di vento. Nella parte più bassa dell’uragano si abbattono violente precipitazioni.

I giganteschi cicloni si estendono alle volte per varie centinaia di chilometri e girano su se stessi a un’altissima velocità, che può arrivare fino a 300 Km/h. Quando arrivano sulla terraferma, provocano spesso pesanti danni.

Per questo motivo gli studiosi cercano di prevedere la direzione del ciclone, che può percorrere in un giorno tra i 300 e i 900 km.

Dopo essersi scatenati sulla terraferma, perdono forza in poco tempo, poichè viene a mancare loro la spinta dell’aria calda e umida.

Un uragano tuttavia può anche far ritorno sul mare, e rifornirsi di nuova energia. Alcuni cicloni si dissolvono soltanto dopo due settimane, la maggior parte vive tra i 4 e i 7 giorni.